Skip to main content

Come realizzare una strobosfera per casa

{CAPTION}

Il simbolo delle discoteche è e resta la strobosfera, la mitica sfera specchiata o mirror ball comunemente definita la “palla da discoteca” che giganteggia sulle teste dei ballerini roteando e riflettendo le luci stroboscopiche in tutte le direzioni creando la tipica atmosfera da discoteche Roma degli anni ’70 e ’80, dove la febbre del sabato sera non è mai calata. Le strobosfere sono utilizzate nelle discoteche, ma anche per animare feste domestiche e si possono acquistare a partire da 4 € (per quelle dal diametro di 10 centimetri) fino a oltre 200 € (per quelle professionali dal diametro superiore ai 50 cm corredate di motore e luci stroboscopiche o faretti segui-persona). Generalmente la palla a specchi è fatta di polistirene ricoperto da piccole placche riflettenti, ma per un uso casalingo la si può realizzare da soli.

Come fare la palla da discoteca in casa

Per realizzare una strobosfera fai-da-te occorre procurarsi:

  • una palla di polistirolo (si trovano anche presso i rivenditori di cineserie o nelle cartolibrerie) della misura desiderata (o più palle se si vuole creare un effetto di movimento maggiore);

  • CD vecchi o inutilizzabili;

  • Forbici;

  • Guanti;

  • Filo di nylon da pesca;

  • Colla a caldo.

 

Procedimento passo per passo

 

Il primo passaggio è selezionare tutti i CD vecchi, rovinati, scheggiati, crepati o danneggiati destinati ad essere buttati via e tagliarli in piccoli quadrati. Non è certo facile tagliare dei CD “a freddo” perché non si frantumano facilmente e anche se non è importante che siano perfettamente quadrati è meglio cercare di ritagliarli in modo uniforme per poterli incollare uno accanto all’altro senza difficoltà. Come tagliare i CD? Un metodo che funziona è quello di immergerli nell’acqua bollente reggendoli con delle pinze – evitando che tocchino il fondo della pentola – e di tirarli fuori prima che inizino a deformarsi (sarà necessario fare delle prove prima di trovare la giusta “plasticità”). Finché sono caldi e plasmabili si dovrà procedere al taglio, per cui sarà necessario utilizzare dei guanti per non scottarsi e delle forbici da cucina, più robuste di quelle per tagliare la carta.

Raccogliete i quadratini ritagliati e divideteli in base alle dimensioni che avete ricavato.

Il secondo passaggio è procurarsi una palla di polistirolo, perforarla da un’estremità all’altra utilizzando un legnetto da spiedino o un oggetto simile. Dopo aver forato la palla, sarà necessario far passare attraverso il foro un filo di nylon da avvolgere più volte intorno alla circonferenza, creando poi un cappio per poterla appendere a un lampadario.

L’ultima fase è quella di incollare tutti i pezzi del CD per rivestire la palla: si parte dalla zona centrale per poi rivestire man mano tutta la sfera lasciando per ultimo lo spazio dove fuoriesce il filo che potrà essere rivestito con in pezzi più piccoli o quelli più irregolari e imprecisi (si tratta della parte meno visibile).

La palla a specchi è pronta, volendo si possono colorare alcuni quadrati per dare un effetto colorato. Ovviamente i quadrati di CD devono essere incollati con la faccia riflettente verso l’esterno (anche per quei CD che sembrano avere entrambi i lati argentei). Ora la vostra mirror ball è pronta per essere utilizzata e far invidia alle migliori discoteche di Roma vintage.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi