Skip to main content

Come risolvere i problemi di umidità  e di muffa in casa?

{CAPTION}

 

Il fatto che in molti si lamentino di muffa o di macchie scure in varie parti della casa, come ad esempio sul soffitto oppure dietro a qualche mobile che non viene spostato, è ormai una realtà oggettiva, ovvero un fatto comprovato da effettive evidenze.
Diamo una breve descrizione di questo fenomeno: praticamente ha solo a che fare col vapore acqueo  (questo particolarmente in inverno o comunque nei mesi freddi), il riscaldamento in casa, unito ad azioni che provocano appunto la creazione di tale vapore, che possono essere riassunte in farsi la doccia (calda), mettersi a cucinare e addirittura anche il proprio respiro, particolarmente di notte.
Tale vapore dovrebbe uscire fuori di casa, ma tenendo l’ambiente chiuso questo vapore si ferma sui muri da qui la formazione di muffe o addirittura umidità di risalita.

Come quindi si potrebbe evincere da ciò, una buona soluzione sarebbe aerare gli ambienti casalinghi, almeno dopo la doccia, (sempre se è calda e in inverno sarebbe preferibile) mentre si cucina (se di dispone di una cappa aspirante in cucina sarebbe il caso di azionarla mentre si fa da mangiare).
Quanto appena descritto è particolarmente vero nei casi in cui le pareti non siano correttamente isolate, e il calore dei muri si sposta verso il basso, da qui l’apparizione della fastidiosa muffa e  in seguito può anche apparire l’umidità detta di risalita da trattare. I muri con queste caratteristiche portano, quasi sicuramente col tempo, a questi fenomeni, lo stesso avviene se queste pareti sono state costruite con materiali porosi.

Nota storica sull’umidità
Una piccola nota storica, una volta i muri non erano costruiti in modo impeccabile per affrontare problemi di umidità, (ovvero non ci si preoccupava di materiali impermeabilizzanti nella creazione di muri) e le porte e le finestre non erano così a tenuta stagna, (particolarmente le finestre) quindi bene o male qualche filo d’aria passava, regolando così la quantità di vapore acqueo in casa (anche se la temperatura casalinga poteva non essere delle migliori).

Al giorno d’oggi, fortunatamente, sotto gli aspetti del calore, porte e finestre sono abbastanza a prova d’aria, ma sfortunatamente sotto l’aspetto dell’umidità questo ne provoca la possibile formazione.
Dopo avere accennato ad un background storico ritorniamo sui possibili rimedi a muffa e umidità di risalita, quelli casalinghi e facili da attuare, che rientrano principalmente sul concetto di far scorrere l’aria in casa il più possibile, (anche in inverno) ovvero cambiare l’aria la mattino, aprire la finestra dopo che si è fatto la doccia e cucinato, non stendere il bucato vicino al termosifone o in casa.
Mettendo in atto tali suggerimenti ci si dovrebbe difendere da muffa e umidità di risalita.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi