Si è conclusa a Milano la settimana della Fiera Internazionale del Mobile dove si sono potute apprezzare le novità concernenti la casa, la domotica, gli arredi e le ristrutturazioni. I padiglioni più frequentati sono stati quelli dedicati alla cucina e al bagno con la presenza massiccia anche di espositori provenienti da diverse parti del mondo. Una sezione è dedicata anche alle nuove soluzioni per ristrutturare casa, particolarmente interessante per gli addetti ai lavori. Poiché il bagno è uno degli ambienti domestici più ristrutturati, a cadenza biennale si svolge anche il Salone Internazionale del Bagno e l’edizione 2016 prevede la partecipazione di oltre 200 espositori su uno spazio di 19 mila metri quadrati, dove vi partecipano anche le imprese di ristrutturazione bagno di Roma. Indubbiamente, per i visitatori, ciò che maggiormente attrae l’attenzione è l’aspetto esteriore del design combinato alla praticità e alla scelta dei materiali.

Ristrutturare il bagno con gusto e design

Quando si decide di ristrutturare il bagno si guarda la funzionalità e la praticità dei componenti, ma anche la scelta dell’arredo e dei colori. Mobili, accessori, rubinetteria, vasche da bagno e da idromassaggio, cabine doccia, sanitari, radiatori, rivestimenti, tutto può essere declinato con idee design in grado di rendere il proprio bagno di casa, una piccola spa o area relax con soluzioni anche per la creazione di saune e docce emozionali (termo e cromoterapia).

La rubinetteria per esempio offre soluzioni che vanno al di là del classico miscelatore come il miscelatore con pulsante che permette anche di risparmiare acqua perché disattiva l’erogazione più velocemente di un rubinetto tradizionale. Il miscelatore con pulsante è disponibile in due versioni: S (Style) ed E (Elegance).

Un rubinetto necessita di un lavabo, la tendenza 2016 sono i lavabi sospesi e modulari che hanno il vantaggio di adattarsi agli spazi del bagno e alle esigenze del cliente. La parola d’ordine è quindi “funzionalità” anche per i mobili che devono essere allo stesso tempo capienti e superaccessoriati, ma anche luminosi e contenuti nelle dimensioni.

Il salone internazionale del bagno ha dedicato un ampio spazio anche alla ristrutturazione di bagni funzionali per le persone con disabilità che necessitano di strutture agevoli e prive di barriere. Quindi, numerose le soluzioni proposte per l’accesso alla vasca da bagno, persino in ghisa. I materiali, infatti, vanno oltre la ceramica e il marmo che a loro volta si rinnovano nei colori e nelle forme con nuove linee di appoggio ed ergonomia. La novità più trendy del 2016 è il gres pregiato un simil-marmo che può essere lavorato in fogge e colorazioni svariate per finiture, rivestimenti e pavimenti.

Quale colore scegliere per le pareti del bagno

La ristrutturazione del bagno comporta anche la scelta del colore più appropriato per il bagno, sia in base all’arredo scelto che alle dimensioni del vano. Il bianco è inossidabile, un colore classico che si abbina con qualsiasi arredo e che soprattutto trasmette luminosità, spazio, senso dell’ordine e della pulizia. Tuttavia, il bianco tende a spersonalizzare l’ambiente. Il trend è quindi quello di orientarsi verso una scelta di colori emozionali e personali, ovviamente in tinta con i mobili e soprattutto che abbiano un buon rendimento sia alla luce naturale che a quella artificiale. I bagni moderni con mobili colorati possono far propendere la scelta verso colori accesi come il turchese, il verde, il tortora o carta da zucchero. Un bagno arredato in modo classico tende naturalmente verso le tinte pastello del beige e dei grigi tenui, al limite con una sola parete a contrasto di colore bordeaux contro la quale spicca un mobile chiaro. I bagni arredati in stile nordico prediligono le tinte del bianco ghiaccio e del celeste, mentre per i bagni in stile shabby chic le tinte devono rimanere sobrie sulle tonalità del lilla, lavanda, verde salvia, verde muschio, azzurro. Il nero non è mai consigliato almeno ché i mobili siano tutti bianchi e l’ambiente sufficientemente ampio da poter dedicare una sola parete a questo colore contro il quale far risaltare un bel mobile come fosse un’opera d’arte.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi