Skip to main content

Oggettistica per la casa: ecco come sceglierla

{CAPTION}

Non solo i mobili rendono perfetto un ambiente. Al suo equilibrio concorrono altri elementi che, nell’insieme, possono fare la differenza. Quando parliamo di oggettistica per la casa ci riferiamo a tutti quegli oggetti decorativi che, inseriti sapientemente all’interno del contesto abitativo, lo rendono non solo bello ma anche personale.

Non è un segreto, infatti, che sia proprio l’oggettistica a dare carattere ad un ambiente, definendone lo stile e conferendogli al contempo un effetto che possiamo definire scenografico. Spesso, però, si tende a considerare come elementi importanti soltanto il colore scelto per le pareti, i mobili e i vari materiali usati per le rifiniture, senza riflettere su una verità: la maggior parte delle volte a fare la differenza è il particolare.

Ad ogni stanza la sua oggettistica

Non ci sono dubbi che ogni stanza abbia la sua oggettistica. Per la zona living, ad esempio, tavolini, mensole e lampade sono indispensabili per dare la giusta atmosfera alla stanza dove si trascorre parte della giornata con la propria famiglia e con gli amici.

I piccoli mobili, dotati di scomparti e ripiani, sono invece ideali per la stanza da letto, poiché non occupano molto spazio ma, permettendo di tenere sempre tutto in ordine, sono oltremodo funzionali.

L’oggettistica si sposa benissimo con due luoghi della casa: la cucina e la sala da pranzo. La presenza di un portabottiglie dal design ricercato o di un carrello, utile a spostare le portate da un posto all’altro, fanno sì che praticità e stile si fondano in un tutt’uno.

Se all’ingresso è preferibile optare per un appendiabiti dal design particolare, non deve mancare un tocco particolare nemmeno in bagno, dove la giusta scelta del set portasapone e asciugamani fanno, da soli, la differenza ricercata.

È importante sapere che…

I soprammobili non vanno distribuiti a caso, ovvero dove c’è spazio, ma necessitano, per valorizzare al meglio un ambiente, di essere collocati nella zona su cui si vuole attirare l’attenzione. In una casa in stile shabby chic, ad esempio, gli oggetti più usati sono le insegne dei negozi, i soprammobili realizzati in ferro battuto e i bauli della nonna, generalmente chiusi con antichi catenacci. Per non far perdere valore estetico all’oggetto è importante non rompere la chiusura, motivo per cui, in questo caso, è consigliabile portare il baule ad un bravo fabbro Roma che sicuramente saprà preservarne l’integrità.

Lo stile etnico, ancora, preferisce nuance calde che vanno dal rosso all’ocra e al marrone, optando per oggetti perlopiù in legno, come le statuette intagliate, e ancora i tappeti orientali. Se preferite, infine, uno stile minimal ricordate in questo caso di bilanciare al meglio spazi vuoti e pieni e di collocare in questi lampade, stencil da parete ed oggetti dal gusto moderno.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi