Skip to main content

Ristrutturo casa

{CAPTION}

 

È arrivato il momento di ristrutturare il proprio appartamento. Se da un lato questo può essere causa di eccitazione, dall’altro si potrebbe anche trattare di un fattore di preoccupazione perché comporta l’investimento di tempo e denaro, sia che si tratti di una semplice sostituzione degli infissi, sia che si tratti di interventi sul risparmio energetico o dell’acquisto di mobili.

Soprattutto in una situazione in cui non si conoscono bene i problemi da risolvere nella struttura, è di fondamentale importanza rivolgersi a un professionista che sia serio e preparato, proprio perché con queste cose non si scherza. Se poi, si tratta per esempio di una vera e propria ristrutturazione appartamenti a roma e non di una semplice manutenzione, bisogna valutare e tenere in considerazione diversi fattori quali: le esigenze della famiglia, le reali possibilità di realizzazione, i tempi necessari e i costi da sostenere.

Da qualche anno, la politica degli incentivi fiscali ha portato a un positivo incremento del ricorso a investimenti in opere di ristrutturazioni delle case. Ad esempio, per quest’anno è ancora possibile usufruire di detrazioni fiscali del 50% sulle spese di ristrutturazione. Ovviamente non si tratta di una riduzione della spesa, o almeno non nell’immediato; più che altro si tratta di un recupero di una parte dei costi attraverso il meccanismo del credito fiscale nei successivi dieci anni dalla spesa effettuata. Gli interventi detraibili sono, di solito gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, la ricostruzione dopo una calamità naturale, l’eliminazione delle barriere architettoniche e l’installazione di impianti fotovoltaici.

Vi sono anche delle agevolazioni I.V.A., cioè al 10% invece che al 22% ed esiste la possibilità di degli ottenere incentivi per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Per cui, prima di lanciarsi su una ristrutturazione della propria casa, è bene definire le proprie esigenze e il budget a disposizione e, successivamente, contattare un professionista che possa fungere anche da guida riguardo a quelli che saranno i lavori indispensabili e quelli meno, a come distribuire il budget sui diversi lavori da effettuare e, quindi, a preventivare il tutto. Sarà lui, poi, a preparare e firmare i permessi da presentare al proprio Comune e, in questo caso, i tempi per l’inizio dei lavori dipenderanno dall’entità dei lavori che s’intendono realizzare. Una volta conclusa questa fase, è importante che il professionista al quale ci si rivolge segua costantemente l’esecuzione dei lavori e, alla fine, effettui le dovute certificazioni per questi ultimi.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi