Il concetto di preallarme in un progetto di sicurezza domestica.

Il concetto di preallarme in un progetto di sicurezza domestica.

 

La “Domus”, da sempre automaticamente associata al concetto di focolare domestico, quale luogo di aggregazione famigliare e custode di tutti gli affetti, responsabilmente deputata a raccoglierne e custodire quanto di più prezioso l’uomo detenga.

 

Spesso la casa rappresenta il punto di arrivo di una vita di grandi sacrifici, l’obiettivo di una vita ed è proprio per questo motivo che, per una serie di ragioni, essa esprime la personalità di coloro che l’hanno realizzata per farne il loro habitat.

 

Sempre più spesso però, abbiamo avuto modo di verificare come ai livelli di crescita culturale ed economica delle nostre generazioni, nonostante le fenomenologie sociali di territorio lo consiglino ampiamente, non corrisponda una vera e propria presa di coscienza rispetto al fenomeno microcriminalità che sempre più insistentemente pervade le nostre città.

 

Certo, ci rendiamo conto di quanto sia più romantico progettare insieme un camino od una camera da letto rispetto ad una predisposizione per un impianto di sicurezza domestica ma, riteniamo quest’ultimo sicuramente altrettanto importante.

 

Per questa summa di ragioni cercheremo di affrontare l’argomento partendo dal concetto di preallarme, realizzato attraverso un adeguato modulo di videosorveglianza.

 

La videosorveglianza rappresenta infatti a nostro parere quello strumento attraverso il quale, prima facie, rendersi conto di quello che ci accade intorno.

 

Le sue funzionalità, oggi veramente molto ma molto evolute, consentono di realizzare impianti sino ad oggi inimmaginabili, consentendo l’installazione di telecamere in posizioni prima impossibili da raggiungere a causa del cavo di alimentazione a bassa tensione.

 

Il problema è stato infatti solo di recente brillantemente superato da una notissima azienda di impianti di allarme, presente da sempre sul web con i suoi meravigliosi prodotti, che ha scoperto l’uovo di Colombo, la BATCAM.

 

La BATCAM rappresenta quanto di meglio il mercato di settore oggi riesca a proporre. Si pensi solo alle limitazioni sino ad oggi imposte a questi apparecchi di video rilevazione dal fatto  di essere vincolati al filo di alimentazione mentre oggi si può liberamente progettarne il posizionamento ovunque sia necessario.

 

Difatti, nella progettazione di un buon impianto d’allarme, secondo noi non bisognerebbe sottovalutare quella che in una moderna accezione del termine viene definita “preallarme”.

 

Questa funzione, realizzata attraverso un efficace impianto di videosorveglianza, consente infatti agli occupanti dell’abitazione di essere avvertiti in tempo sulla presenza lungo il loro perimetro esterno di soggetti malintenzionati, regalando secondi preziosi per avvertire tempestivamente le

 

Forze dell’Ordine che, lo ricordiamo, sono le uniche che possono e devono intervenire.

Profumi: come acquistare bene online

Acquistare profumi online è diventata una consuetudine per migliaia di utenti ogni giorno. Il motivo principale di questa scelta è sicuramente la possibilità di acquistare prodotti originali risparmiando anche il 20-30% rispetto al prezzo praticato dai negozi fisici. Ecco quindi che per moltissimi uomini e donne, l’idea di fare o di farsi un regalo comprando profumi sul Web è un modo per sbizzarrirsi nella scelta, sentirsi appagati dall’acquisto e fare tutto ciò con un occhio al risparmio che non guasta mai. Ma come acquistare bene online ed evitare problemi? Ecco alcuni aspetti fondamentali da prendere in considerazione quando si sceglie di comprare online dei profumi.

Il sito deve garantire prodotti originali

Molti siti Web vendono profumi tester o profumi “paralleli” ovverosia fragranze con note olfattive molto simili agli originali ma che non sono però i veri marchi pubblicizzati dalle grandi case che noi tutti conosciamo. Se desideriamo acquistare un profumo originale ed avere la certezza di ricevere un prodotto assolutamente impeccabile, il primo passo per acquistare online sarà scegliere unicamente siti Web che vendono profumi 100% originali;

Possibilità di reso

I siti più affidabili garantiscono al cliente la possibilità di rendere il prodotto per qualsivoglia motivo entro 14 o 30 giorni dalla ricezione dello stesso. Prima di acquistare profumi online prestare quindi attenzione all’esistenza d questa possibilità;

Feedback visibili

Non esiste in tutti i siti ma se desiderate essere tranquilli al 100% e fare un acquisto che non vi darà brutte sorprese una volta ricevuto il pacco, il consiglio è quello di scegliere di comprare unicamente da quegli store online che vi permettono di leggere le recensioni degli utenti che hanno acquistato prima di voi, sia attraverso il feedback dei singoli prodotti, sia mediante i commenti rilasciati sul rivenditore in quanto a chiarezza, puntualità ed assistenza;

Servizio clienti rapido ed efficiente

Per acquistare bene online, la verità è una e solo una: se lo store online presso il quale volete comprare dei profumi non possiede un contact center, diffidate e cercate altrove. Che si tratti del primo acquisto o di un cliente abituale, infatti, l’utente deve poter comunicare con chi gestisce la vendita, attraverso un indirizzo mail, una chat direttamente sul sito oppure, ancor meglio, mediante un apposito numero telefonico.

Conoscere il venditore

Prima di acquistare profumi online, cercate nel sito la sezione “Chi siamo” per leggere nel dettaglio i dati del rivenditore come sede legale, partita Iva ed altri riferimenti utili. Solo in questo modo potrete avere una maggiore sicurezza relativamente al sito al quale vi state affidando.

I serramenti blindati, un investimento intelligente per sentirsi sicuri a casa propria

infissi legno alluminio guida alla sceltaQuando chiudiamo la porta di casa alle nostre spalle, vogliamo essere sicuri che nessuno entri senza il nostro consenso: ecco perché sempre più persone scelgono di installare porte e finestre blindate.

Per la sicurezza degli edifici, si parla principalmente di due sistemi di protezione: i cosiddetti sistemi di protezione attiva – cioè gli impianti antifurto – e i sistemi di protezione passiva, nome che designa gli infissi blindati.

Porte e finestre blindate, grate di sicurezza, portoni anti-effrazione, ci consentono di tener fuori i malintenzionati grazie a una serie di accorgimenti, che vanno dalle strutture rinforzate con barre d’acciaio, alle chiavi a combinazione magnetica: in commercio si trovano prodotti per ogni esigenza, dobbiamo solo scegliere quello più adatto a noi.

In questi casi possiamo decidere di affidarci alla consulenza di esperti, come www.metalsystemserramenti.it, oppure informarci preventivamente e procedere con la scelta e l’acquisto della soluzione che reputiamo più idonea.

Se la strada che scegliamo di intraprendere è il “fai da te”, il più importante dei parametri, per quanto riguarda la scelta, è determinare quale sia il livello di sicurezza che fa al caso nostro. Il livello di sicurezza dei serramenti, è indicato usando una scala composta da 6 classi, le cui caratteristiche servono a determinare la resistenza al carico statico, dinamico e manuale (cioè all’azione degli intrusi) e sono regolate dalla norma UNI EN 1627. La classe 1, cioè quella di livello più basso, deve resistere a chi tenta di entrare con la sola forza fisica, la 2 a chi usa attrezzi semplici, come per esempio un cacciavite e poi, all’aumentare della classe, aumenta la potenza del tipo di strumento a cui l’infisso è tenuto a resistere; la classe è determinata dal tempo di resistenza, che va dai 3 ai 20 minuti di tentativo di scasso vero e proprio.

A seconda di dove sorge la nostra abitazione, potrebbe bastare una classe 2, per esempio se dobbiamo scegliere il portoncino d’ingresso di un appartamento in condominio, mentre per una casa singola o bi-familiare, la scelta dovrebbe cadere su serramenti almeno di classe 3 o 4. Le classi superiori sono generalmente consigliate per negozi e attività commerciali, ma siccome non capita tutti i giorni di fare un simile, importante, investimento, vale la pena di appoggiarci a un’azienda di fiducia, che ci possa dare una consulenza tecnica e professionale e che ci aiuti a valutare il livello di sicurezza necessario in base alla posizione dell’edificio e alle caratteristiche della zona in cui è situato, spiegandoci in dettaglio la differenza tra i vari prodotti e se vi saranno eventuali lavori strutturali di cui tener conto, per la corretta installazione.

Una volta chiare le opzioni a nostra disposizione quanto a sicurezza, potremo poi dedicarci più serenamente alla scelta estetica, all’essenza del legno di rivestimento, al tipo di cerniera, di maniglia, al colore e allo stile di porte e finestre, appagando il gusto, senza doverci più preoccupare dell’aspetto funzionale.

Un’altra buona ragione per scegliere con cura il professionista a cui rivolgerci, è che chi decide di montare infissi anti-effrazione, ha spesso diritto a degli sgravi fiscali, che però cambiano di anno in anno: chi si occupa della vendita e del montaggio di questi prodotti, generalmente non solo è informato sul tipo delle detrazioni, ma anche sulle modalità di richiesta e può aiutarci a compilare correttamente le richieste, oltre naturalmente a fornirci le certificazioni e i moduli necessari.

 

L’arredamento perfetto per un monolocale

L

Il monolocale svolge un ruolo importante nella nostra società: sempre più persone, vuoi per scelta o per necessità, abitano in pochi metri quadrati adattandosi ad una vita in spazi  “extra-small”. Ma come allestire e arredare un monolocale?

 

Lo spazio ristretto, l’esigua illuminazione naturale e la convivenza delle funzioni sono le principali problematiche legate alla vita in un monolocale, e solo un architetto esperto può aiutare ad arredarlo e ristrutturarlo venendo incontro alle svariate esigenze.


Arredando un open-space ci sono alcune regole che devono essere rispettate ed in primis è necessario ottimizzare bene gli spazi, cercando di suddividerlo in zone tematiche.


Partendo dall’ingresso in cui occorre riporre un attaccapanni e un mobile contenitivo. Occorre sfruttare tutta l’altezza e scegliere di dotarla di ante scorrevoli specchiate: in questo modo si otterrà l’illusione di uno spazio più grande e luminoso.

 

Zona giorno

L’area cottura dovrà essere posizionata in una zona ben illuminata e areata, cercando di ottimizzare lo spazio scegliendo una cucina lineare, tavolo a ribalta e sedie pieghevoli. Utilizzando pensili, mobili ed elettrodomestici su un solo lato della stanza e sfruttando arredi riponibili, rimarrà molto spazio libero per le altre funzioni. Si può completare la zona giorno con un classico divano letto e mobile tv con rotelle e delle mensole su cui posizionare i libri.

 

Zona notte

La soluzione migliore sarebbe quella di optare per un letto a soppalco posizionandolo in un angolo della stanza: soluzione che ottimizza gli spazi e dona alla zona notte la giusta privacy. La zona al di sotto del letto a soppalco può essere usata per creare un angolo studio o posizionare un grande armadio. Il guardaroba dovrà essere poi organizzato nei minimi dettagli cercando di suddividerlo con cassetti e scatole in scomparti differenziati.

 

Bagno

Nel bagno sono i particolari a fare la differenza: l’ideale sarebbero un termoarredo e una lavatrice con carica dall’alto. Per stendere i panni ci possiamo procurare uno stendino da doccia, richiudibile quando non serve. Infine si potrebbe attrezzare un angolo del bagno con un mobile contenitivo in cui riporre l’occorrente per le pulizie.

 

Colori tenui e molta illuminazione

Dopo aver pensato all’organizzazione in ogni dettaglio un altro aspetto da prendere in considerazione è senza dubbio l’importanza dell’illuminazione e del colore quando si arreda uno spazio esiguo.

Quando l’area è esigua occorre scegliere tonalità tenui per pareti, pavimenti e arredi in modo da far sembrare l’ambiente più grande senza appesantirlo ulteriormente. Si prediligerà il colore bianco che fa percepire un aumento del volume di circa il 10%. Esso contenendo al suo interno tutti i colori dello spettro elettromagnetico,  aumenta la luminosità del vano riflettendo maggiormente la luce naturale.

Un altro stratagemma per aumentare l’impressione d’ampiezza è quello di illuminare la stanza con punti luce differenziati in modo da limitare le zone d’ombra.

Ora non ci resta che entrare in azione e utilizzare questi piccoli e non invasivi espedienti. In questo modo la percezione del nostro piccolo monolocale cambierà facendolo sembrare sempre più confortevole e simile alla casa dei nostri sogni.

Porcellane Palais Royal – Eleganza e qualità

 

La nota azienda artigianale Palais Royal produce porcellane, in particolare per l’oggettistica, di altissima qualità, dalle linee decorative delicate e curate nei minimi dettagli: tra i pezzi più famosi vi sono vassoi, centrotavola, bomboniere, oggetti e articoli da regalo di vari tipi. I preziosi prodotti firmati Palais Royal si contraddistinguono per essere colorati e decorati, diventando delle vere e proprie icone per gli intenditori. Spesso, vengono scelte dalle future spose come bomboniere, grazie alla loro eleganza e alla loro bellezza. In più, c’è da dire che la porcellana è una particolare tipologia di ceramica, che richiede una lavorazione accurata e molto lunga.

La lavorazione delle porcellane

L’oggettistica prodotta con questo prezioso materiale è il risultato di una particolare e difficoltosa creazione artigianale. La materia prima della porcellana, appunto la ceramica, si ottiene dagli impasti con presenza di caolino e feldspato e difatti, viene macinata e mescolata. La modellatura delle forme, invece, avviene molto spesso con lavorazione a mano ed infine, il materiale viene cotto ad altissime temperature, all’incirca tra i 1300 e i 1400 °C. Ad ogni modo, non esiste un’unica creazione e preparazione delle porcellane, tant’è che esistono due modalità, la porcellana dura che è formata da un impasto di caolino, feldspato e quarzo e richiede, una temperatura maggiore, circa di 1280 °C, mentre la porcellana tenera si cuoce sui 1200 °C. La porcellana, inoltre, presenta la caratteristica del rivestimento trasparente, che viene applicato sulla materia prima cruda oppure, dopo una prima cottura.

Le porcellane Palais Royal simili alla Bone China

Le porcellane della Royal Palais si rifanno a un’importante tipologia di ceramica e porcellana, esistente dal 1800, ovvero le Bone China. Quest’ultime sono nate dall’unione tra la materia prima della ceramica e la cenere delle ossa di animali, cosa che ha conferito una bianchezza e una resistenza notevole, creando un vero e proprio nuovo tipo di porcellana. Il risultato che ne è derivato, è di un impasto tenero e luminoso, nonostante la presenza di almeno il 25% di cenere di ossa.

Come vengono ottenute le porcellane Palais Royal?

L’oggettistica creata dal noto brand viene ottenuta con la lavorazione al tornio, grazie a particolari apparecchiature automatiche. Tazze, calici e altro, vengono creati grazie a una sagoma rotante e all’esterno con una forma in gesso. Inoltre, c’è da dire che le porcellane Palais Royal vengono finemente decorate e colorate, come quelle disponibili nello shop online Duilioriccione.it, che vanta un ricco e vasto assortimento del noto marchio di porcellane, dalle lattiere fino alle uova matriska, adattissime al periodo pasquale.

 

Come scegliere la propria cucina?

La scelta di una nuova cucina comporta una valutazione precisa dei pro e dei contro, per non rischiare di sbagliare l'acquisto e ritrovarsi con un modello che non corrisponde alle vostre esigenze e al vostro gusto estetico.

Prima di acquistare una cucina è importante scegliere lo stile: moderno, classico, country, industrial, etc., per eliminare tutti modelli che non rispecchiano i vostri canoni estetici. Quando si sceglie lo stile della cucina è importante porsi alcune domande: lo stile della cucina si armonizza con l'arredamento degli altri ambienti della casa? E' preferibile scegliere cucine in legno o in materiali moderni e innovativi? Il tuo modo di essere si rispecchia nello stile prescelto? rispondendo a queste semplici domande, la ricerca dello stile della cucina diventa semplice ed immediato. 

Lo spazio e le forme della cucina

Dopo aver individuato lo stile della cucina è importante considerare lo spazio a disposizione, questo vi permetterà di scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze pratiche. In una stanza con molto spazio disponibile, si può optare per l'acquisto di una cucina con isola centrale dotata di lavelli o piano cottura; se invece lo spazio è ridotto si può scegliere una cucina monoblocco con misure standard. Un'altra caratteristica da considerare nella scelta della nuova cucina è la forma: ad isola, a penisola, a forma di G o di L. Le prime due forme devono essere scelte in base alla disponibilità di spazio, mentre le altre tipologie possono essere collocate in qualsiasi ambiente. La forma a G presenta una struttura monoblocco con penisola o tavolo per la colazione e una parte centrale freestanding, è un modello indicato per chi vuole cucinare e consumare i pasti nella stessa stanza. Il modello ad elle occupa solo due pareti per consentire l'installazione in ambienti dove sono presenti finestre o porte e non si ha a disposizione una stanza molto ampia. 

Il materiale e i colori della cucina

Per uno stile rustico o classico, il materiale per eccellenza delle cucine a Firenze è il legno, in tutte le sue colorazioni e lavorazioni; mentre per cucine in stile contemporaneo o moderno si prediligono cucine in laminato con finiture in acciaio e in vetro. Nella scelta del colore per la cucina si può optare per il bianco o il grigio per cucine lineari da inserire in contesti moderni, o tonalità accese come il giallo limone e il verde lime per rendere la cucina più vivace ed allegra. In una cucina in stile classico predominano le tonalità del beige, del rosso porpora o del marrone scuro, colori perfetti per creare atmosfere calde e accoglienti. Per chi ama valorizzare particolari componenti della cucina può scegliere di acquistare un modello che alterna colori vivaci a tinte neutre. 

Arredare la propria casa con stile in Umbria

Ma la casa è molto più che un riparo e un rifugio: è infatti il luogo della nostra più profonda espressione personale, delle nostre passioni, del nostro animo. Per questo la casa deve per prima cosa rispecchiare a fondo il carattere di chi la vive, e deve essere pensata per vivere insieme all'individuo tutte le trasformazioni dinamiche della sua vita: da una promozione in ufficio all'arrivo di un bebè, le stanza devono esser progettate con cura per ospitare di volta in volta scrivanie, scaffali, nursery e lettino. La casa che evolve insieme ai suoi abitanti è al centro di un nuovo modo di pensare e concepire gli spazi abitativi che interessa il modo dell'interior design da qualche anno. Infatti le soluzioni proposte dai grandi nomi dell'archietettura e del design di mobili e complementi sono tutte all'insegna del dinamismo estetico.

Dare carattere a una casa: come fare?

Ci sono tanti modi per personalizzare uno spazio abitativo e renderlo più consono alle abitudini e stili di vita di chi lo abita. Un ruolo fondamentale giocano i colori e le forme, le finiture e le textures: infatti un modo semplice di caratterizzare un ambiente dotandolo di una forte personalità è quello di scegliere pareti colorate. Una sola parte per far risaltare meglio un mobile dalle linee pregiate, oppure un insieme di colori abbinati tra parete e pavimento, in un gioco di luci con le superfici, renderà ancor più raffinato un parquet dalla finitura extra lucida in una particolare essenza. Una personalità calma e tranquilla potrà scegliere tonalità più smorzate, dal crema el tortora, mentre una personalità dinamica e attiva potrà concedersi una sferzata di energia osando con colori come il verde acido, in contrasto magari con mobili neri lucidi. 

Arredamento: stile e ricercatezza

Questi particolari abbinamenti possono essere proposti sia nelle camera da letto che nelle cucine e nei living, dove possono essere completati da wall sticker strategici, che aiutino a definire l'importanza di una parete o di una scalinata. Allo stesso modo, per completare l'arredamento, l'illuminazione può essere usata per creare effetti di grande impatto visivo, donando stile e raffinatezza agli ambienti del living e della cucina, specie se moderni e in stile urban. Qualsiasi stile di arredamento può essere espresso con i mobili adeguati, funzionali e dal design di grande valore artistico: come insegna Umbria Arredamenti, l'ispirazione è infinita. Elementi free come librerie e vani, coffee table e sofa, ciascun pezzo è arte.

Perchè scegliere un fabbro professionista

 

Il mestiere del fabbro è una delle professioni più antiche del mondo e richiede una perizia e un insieme di conoscenze tecniche ed artigianali senza pari. Scopriamo più da vicino alcuni aspetti di questo mestiere ricco di sfaccettature.

Negli ultimi decenni la professione del fabbro è stata trasformata da alcuni simil lavoratori improvvisati che hanno realizzato diverse commissioni di poco conto, come l’installazione di semplici ringhiere dritte a stecche o lavori del genere. Ma, un occhio poco poco più esperto potrebbe individuare facilmente le imperfezioni della saldatura o della piazzatura della ringhiera. Il lavoro svolto da queste persone ha portato all’abbassamento drastico dei prezzi che di conseguenza ha penalizzato i professionisti veri che utilizzano materiali adeguati, come vernici, resine e ferri spessorati.

Ciononostante, la professionalità di un fabbro è un tema davvero ampio e complesso e richiede un bagaglio di conoscenze infinito, che va dalla merceologia, alla metallurgia fino ad arrivare al disegno tecnico e le abilità manuali.

Tra i lavori più richiesti ai fabbri professionisti ci sono soprattutto opere di manutenzione di cancelli, ringhiere ed inferriate di sicurezza. Molto spesso si effettuano lavori anche per gli uffici giudiziari per aprire degli appartamenti o per intervenire in soccorso di chi è rimasto chiuso fuori casa. Le richieste di questi lavori sono progressivamente aumentate con l’arrivo sul mercato delle porte blindate e per questa ragione molti fabbri hanno scelto di specializzarsi in questo settore.

Sempre più raramente capita che i clienti privati richiedono un complemento d’arredo per la propria abitazione, come ad esempio il letto in ferro battuto. La maggior parte dei consumatori preferisce andare nelle grandi industrie ad acquistare oggetti stampati. Si tratta però di prodotti di qualità nettamente inferiore, lavorati secondo tecniche e procedimenti industriali e realizzati a macchina con tubi e non a forgia.

La professione del fabbro non ha mai previsto e continua a non prevedere commissioni semplici, dal momento che solo l’acquisizione dell’esperienza sul campo può parzialmente velocizzare i tempi e diminuire il grado di difficoltà. Inoltre, oggi è sempre più difficile riuscire a gestire un’officina e compiere quotidianamente numerose scelte mirate ad diminuire i costi e mantenere elevati gli standard qualitativi. In genere, i lavori più complessi riguardano i complementi d’arredo, le vetrine, gli espositori e gli infissi in acciaio. Soprattutto nell’ultimo caso, si tratta di operare su metalli nobili, che per loro natura sono molto difficili da lavorare sia per quanto riguarda la saldatura, sia la pulimentatura. Per questo motivo i clienti privati considerano i prezzi delle prestazioni troppo elevati: ciò avviene perché è difficile rendersi conto dei costi effettivi dei materiali grezzi, della perizia e della fatica necessarie a portare a termine la commissione.

Ma per concludere, il lavoro più complesso è sicuramente quello di plasmarsi come uomo e crescere professionalmente ogni giorno nel migliore dei modi, trascinati dalla passione ed anche dalla sete di conoscenza. La professione del fabbro è fatta di grande disciplina, studio, passione e rispetto: in questo senso anche piccole buone prassi, come pulire gli attrezzi da lavoro prima di appuntare un ferro con l’altro, diventano fondamentali.

 

Paravento in bambù, come costruirlo

 

Hai voglia di costruire qualcosa da solo e liberare la tua creatività? Il fai-da-te, oltre ad essere uno scacciapensieri collaudato, dà grandi soddisfazioni. Siamo certi che a lavoro ultimato gongolerai davanti alla tua nuova creatura. In questo articolo una mini-guida per creare un paravento in bambù. Segui i nostri consigli!

Hai già esperienza col fai-da-te? La ricetta giusta per costruire un complemento d’arredo da soli prevede un pizzico di creatività, una buona dose di manualità e la guida giusta. Per darti i consigli migliori su come costruire un separé di bambù abbiamo consultato gli esperti di banbamboo.it. Iniziamo dall’attrezzatura: hai tutto quello che ti serve?

Ricordati di avere con te…

√ 30 canne di bambù di spessore fine, lunghe 1 metro e mezzo ciascuna

√ viti a gancio

√ ganci

√ tasselli

√ filo o spago

√ trapano

Crea la base

Fa attenzione allo spessore delle canne, che dovranno essere abbastanza sottili. Potrai acquistarle online o presso un negozio di bricolage. In entrambi i casi, assicurati che siano tagliate a misura.

Disponi le canne di bamboo su una superficie piana, una accanto all’altra. Prendi il filo o lo spago e crea un nodo sul primo bambù, a circa 30 cm di distanza dalla base della canna. Passa il filo in modo alternato sul resto delle canne: collocalo sulla prima dalla parte posteriore, continua con la seconda facendolo passare sulla parte anteriore e così via, fino all’ultima canna – la trentesima – sulla quale dovrai cingere lo spago attraverso un nodo.

Fatto? Adesso ricomincia da capo ma partendo da metà canna, mantenendo una distanza di circa 75 cm dalla base del bambù. Infine, ripeti l’operazione salendo di altri 60 centimetri. Il canneto, a fine operazione, sarà unito da tre fili distanti fra loro che lo renderanno ben saldo.

Dove e come installarlo

Hai già pensato al posto in cui installare il tuo paravento o separé in bambù? Ti consigliamo di applicarlo in un’area posta all’angolo. Potrai utilizzarlo a casa o in ufficio per ricreare uno spazio di privacy personale.
Per l’installazione del paravento entra in gioco il trapano, con cui dovrai praticare due fori sul soffitto, anche piccoli. Inserisci dentro i buchi i tasselli e avvita le due viti a gancio, assicurandoti che aderiscano alla perfezione all’interno di ciascun tassello. A questo punto prendi due spaghi e annodali sulle viti a gancio, lasciandoli penzolare. Annoda il secondo capo degli spaghi al filo che incrocia le canne di bambù, facendo attenzione a non rovinare nulla. Decidi l’altezza che vuoi dare al paravento e bloccalo con i fili calanti dal soffitto. Infine, strattona leggermente le corde per testarne la resistenza.

Che ne pensi dei nostri consigli? Scrivici pure se hai bisogno di ulteriore supporto o per farci sapere come è andata. Buon lavoro!

 

Migliori offerte di abbigliamento: come acquistare online

{CAPTION}

 

I saldi sono un’ottima opportunità per rinnovare il guardaroba e per concedersi tutti quegli sfizi in fatto di moda che consentono di avere un look sempre fresco e originale. Le offerte riguardano modelli e capi d’abbigliamento di ogni stagione dai piumini invernali caldi e resistenti alle sneakers basse trendy e giovani fino ai vestitini estivi per le donne che amano uno look dolce e sbarazzino.

Abiti eleganti, calzature maliziose e passionali e accessori utili e originali come le shopping bag colorate sono solo alcune delle tantissime proposte che è possibile acquistare usufruendo di prezzi scontati

La nuova frontiera dello shopping è sicuramente Internet. Grazie alla comodità di poter ordinare direttamente da casa capi di abbigliamento alla moda, delle taglie più comode e nelle varianti colori che spesso in magazzino possono mancare, i vari siti Web attualmente a disposizione permettono agli utenti di scegliere ed acquistare con un semplice click e vedere arrivare direttamente a casa la merce acquistata in pochissimi giorni.

Alla luce di questo trend in costante crescita, uno dei consigli più importanti per coloro che si accingono a fare il loro primo ordine o per coloro che già da tempo acquistano online ma vogliono provare nuovi siti è quello di valutare l’affidabilità del sito leggendo recensioni al riguardo, vedere qualche capo di abbigliamento di interesse e leggere le eventuali considerazioni dei clienti che prima di voi hanno già fatto quell’acquisto e visualizzare prima ancora di registrarsi al sito le possibili modalità di pagamento. Chi non possiede o non vuole utilizzare una carta di credito o PayPal e quindi vuole pagare al contrassegno, quindi, dovrà accertarsi per tempo che il sito in questione lo preveda.

Detto ciò, vediamo brevemente alcuni dei siti più interessanti con le migliori offerte di abbigliamento. Uno dei più conosciuti qui in Italia è sicuramente Zalando, una piattaforma di vendita con un’ampia gamma di offerte con le ultime uscite delle migliori collezioni ed i brand più conosciuti. La cosa interessante è che le spese di spedizione sono sempre pari a zero e vi sono ben 100 giorni a disposizione del cliente per effettuare il reso ed ottenere il rimborso in soli 10 giorni.

Offerte di abbigliamento interessanti anche su Sarenza, il sito per le scarpe nato in Francia nel 2005 ed attualmente presente in 26 Paesi. Un aspetto assolutamente degno di nota di questo e-commerce è la possibilità di scegliere accessori economici o prodotti di lusso con reso gratuito e rimborso del denaro pagato in sole 24 ore.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi