Come riparare un condizionatore

{CAPTION}

Imparare a riparare il condizionatore di casa può essere sicuramente utile soprattutto nelle ore più calde della giornata, evitandovi di risparmiare nel caso in cui sia necessario l’intervento di un tecnico specializzato. In motivi che si nascondono dietro il cattivo funzionamento dell’apparecchio sono molteplici e spesso sono collegati ad una scarsa manutenzione. Per questo motivi vogliamo fornirvi una lista di piccoli accorgimenti che vi aiuteranno a sbloccare il vostro condizionatore, consentendovi di utilizzarlo liberamente.

Per poter riparare un condizionatore occorre avere a disposizione una pompa da giardino e un’aspirapolvere che saranno molto utili nelle varie operazioni che dovrete effettuare per riattivare il dispositivo. Prima di intervenire dobbiamo individuare la fonte del problema in modo da intervenire in maniera corretta. In questo caso occorre verificare l'interruttore di circuito o la scatola dei fusibili per capire se riceve corrente oppure no. Successivamente passiamo al filtro della caldaia che dobbiamo pulire adeguatamente, laddove se è particolarmente danneggiato ci toccherà sostituirlo.

Nel caso in cui le serpentine del condensatore appaiono piene di polvere, basterà lavarle con una canna da giardino. Infatti la pulizia e la manutenzione rappresentano una delle cause principali di un mancato funzionamento, laddove per sbloccare l’apparecchio si consiglia una profonda pulizia del macchinario tramite l'utilizzo dell'aspirapolvere, seguito da un'abbondante lavaggio. Tra le cause più accreditate relative alle problematiche di un condizionatore spiccano i guasti alle lamelle che sono collegate alle ventole che molto spesso appaiono sporche o addirittura piegate, laddove possiamo pulirle e raddrizzarle.

Qui bisogna fare una distinzione netta tra i modelli, dato che nei vecchi modelli è necessaria una lubrificazione del motore, mentre nei nuovi che sono chiusi e sigillati non possiamo intervenire all’interno. Infine l’ultima verifica che possiamo effettuare è quella relativa alla ventola generale della caldaia che in alcuni casi è intasata. Ecco perché la pulizia e la costante manutenzione sono la chiave per garantire un costante funzionamento del condizionatore.

Migliori offerte di abbigliamento: come acquistare online

{CAPTION}

 

I saldi sono un’ottima opportunità per rinnovare il guardaroba e per concedersi tutti quegli sfizi in fatto di moda che consentono di avere un look sempre fresco e originale. Le offerte riguardano modelli e capi d’abbigliamento di ogni stagione dai piumini invernali caldi e resistenti alle sneakers basse trendy e giovani fino ai vestitini estivi per le donne che amano uno look dolce e sbarazzino.

Abiti eleganti, calzature maliziose e passionali e accessori utili e originali come le shopping bag colorate sono solo alcune delle tantissime proposte che è possibile acquistare usufruendo di prezzi scontati

La nuova frontiera dello shopping è sicuramente Internet. Grazie alla comodità di poter ordinare direttamente da casa capi di abbigliamento alla moda, delle taglie più comode e nelle varianti colori che spesso in magazzino possono mancare, i vari siti Web attualmente a disposizione permettono agli utenti di scegliere ed acquistare con un semplice click e vedere arrivare direttamente a casa la merce acquistata in pochissimi giorni.

Alla luce di questo trend in costante crescita, uno dei consigli più importanti per coloro che si accingono a fare il loro primo ordine o per coloro che già da tempo acquistano online ma vogliono provare nuovi siti è quello di valutare l’affidabilità del sito leggendo recensioni al riguardo, vedere qualche capo di abbigliamento di interesse e leggere le eventuali considerazioni dei clienti che prima di voi hanno già fatto quell’acquisto e visualizzare prima ancora di registrarsi al sito le possibili modalità di pagamento. Chi non possiede o non vuole utilizzare una carta di credito o PayPal e quindi vuole pagare al contrassegno, quindi, dovrà accertarsi per tempo che il sito in questione lo preveda.

Detto ciò, vediamo brevemente alcuni dei siti più interessanti con le migliori offerte di abbigliamento. Uno dei più conosciuti qui in Italia è sicuramente Zalando, una piattaforma di vendita con un’ampia gamma di offerte con le ultime uscite delle migliori collezioni ed i brand più conosciuti. La cosa interessante è che le spese di spedizione sono sempre pari a zero e vi sono ben 100 giorni a disposizione del cliente per effettuare il reso ed ottenere il rimborso in soli 10 giorni.

Offerte di abbigliamento interessanti anche su Sarenza, il sito per le scarpe nato in Francia nel 2005 ed attualmente presente in 26 Paesi. Un aspetto assolutamente degno di nota di questo e-commerce è la possibilità di scegliere accessori economici o prodotti di lusso con reso gratuito e rimborso del denaro pagato in sole 24 ore.

 

Cosa si fa se la lavastoviglie non asciuga bene?

Di seguito si analizzerà questo soggetto, cercando di vedere quali sono le possibili cause di questo malfunzionamento e dei possibili rimedi. Se questi rimedi non funzionano come dovrebbero, il consiglio che forniamo è quello di chiamare un servizio specializzato proprio nella riparazione lavastoviglie e in generale elettrodomestici.

Se ne possono trovare tranquillamente sulle pagine gialle oppure online.

Analizziamo quindi le cose, se si è fatto il lavaggio che viene fatto comunemente, che fornisce ogni giorno lo stesso risultato di stoviglie ben pulite e asciutte, perché proprio oggi le cose sembrano non andare come al solito?

Ovvero, si apre la nostra lavastoviglie e troviamo si piatti e altre stoviglie ben pulite, ma non sono per niente asciutte, bensì l’opposto. Ovviamente ci si interrogherà sul perché di tutto questo, chiedendosi se si sia rotta, oppure se ci sono altre cause non bene identificabili sul momento.

Analizziamo quindi il fenomeno cercando le possibili cause dell’inconveniente.

Uno dei motivi più semplici potrebbe essere uno scorretto inserimento delle stoviglie nella nostro elettrodomestico. Per essere efficace nel lavaggio e asciugatura, la lavastoviglie ha bisogno che i pezzi da lavare siano inseriti in modo che il detersivo e gli atri prodotti che inseriamo nella macchina, possano raggiungerli, cose come pentolame, bicchieri e simili devono essere piazzati capovolti, i piatti e le posate non devono essere messe in pila.
 

Altra cosa da verificare è che i pezzi movibili del nostro elettrodomestico non risultino sbarrati da qualche tipo di stoviglia. Ad esempio se sono i pezzi che dovrebbero spargere l’acqua sulle stoviglie, il risultato dovrebbe essere facilmente immaginabile.

Altro elemento a cui prestare attenzione sono i detergenti che vengono inseriti nell’elettrodomestico, oltre a questi devono anche essere inseriti cose come il brillantante e il sale, e cosa decisamente rilevante l’additivo che serve per asciugare le stoviglie. Senza di questo decisamente le stoviglie non saranno asciutte a termine lavaggio. Questi prodotti devono essere tutti inseriti nella giusta quantità per avere i risultati desiderati.

 

Altro e ultimo possibile elemento da analizzare riguarda la funzione di riscaldamento della nostra lavastoviglie, questa cosa è anche in relazione con i prodotti inseriti per la detergenza e non, citati sopra.

Per quest’ultimo problema si consiglia un tecnico di riparazione elettrodomestici, questa non è una cosa che una casalinga possa fare con sufficiente competenza, a differenza del tecnico che riparerà l’elettrodomestico in questione, dato che costui dovrà effettuare una riparazione accurata.

 

 I suggerimenti per la lavastoviglie che non asciuga

Le cose sono abbastanza semplici, usare sempre gli additivi per l’asciugatura ed anche il brillantante, usandoli nelle giuste dosi e col calore adatto a loro.

Se tutto sembra in regola per quanto riguarda questo soggetto, un suggerimento ulteriore è quello di cambiare marca di questi prodotti, ne possono esistere di più adatti al nostro modello di lavastoviglie e ai problemi che presenta.

Le lampade a LED, il futuro dell’illuminazione

Per la loro elevata luminosità, grande efficienza, lunga durata e costo ridotto, le lampade a LED (Light Emitting Diode, diodo ad emissione luminosa) sono un prodotto sempre più diffuso sul mercato e sempre più favorito da privati e aziende.

Il rendimento luminoso delle lampadine LED

Le lampade a LED offrono diversi vantaggi sulle loro controparti classiche. In termini di risparmio energetico, le lampadine LED consentono di risparmiare notevolmente sulla bolletta: riducendo l’impronta al carbonio, riducono i consumi elettrici. Le lampade LED, classificate come luci fredde, non producono né disperdono energia sotto forma di calore; ciò fa sì che si non si abbiano fenomeni di surriscaldamento.
lampade-led
A parità di illuminazione con le lampadine a incandescenza tradizionali, l’intensità del flusso luminoso delle lampade LED (misurato in lumen, lm) comporta un consumo energetico (W) nettamente inferiore. Le lampade LED eccellono per rendimento luminoso, molto elevati rispetto alle tecnologie tradizionali: consumano fino all’80% in meno delle lampade tradizionali.

Le lampade LED hanno un ciclo di vita notevolmente più lungo delle loro controparti tradizionali: circa tre volte più lungo rispetto a quello delle lampade a basso consumo fluorescenti compatte, con una media di 80.000 ore delle prime rispetto alle 15.000 ore delle seconde, e durano fino a 30 volte di più rispetto alle lampade tradizionali (ad incandescenza o alogene).

Le lampade LED hanno un alto livello di efficienza: fino ai 100 lumen/watt, perfino eccessivo per l’uso domestico, che solitamente risulta perfettamente soddisfatto con 40-90 lumen/watt di resa. Le lampade LED garantiscono il 100% di emissione già all’accensione, senza aver bisogno di tempo per riscaldarsi e raggiungere la loro massima illuminazione.

Illuminazione a colori grazie alle lampadine LED

Un altro punto a loro favore è il fatto che, disponibili in diverse forme e dimensioni, le lampadine LED si presentano come una soluzione flessibile e dinamica, e consentono di costruire ad arte la soluzione perfetta per la propria abitazione o per il proprio luogo di lavoro.

In primo luogo, le lampade LED sono disponibili sul mercato in diverse colorazioni: dalla luce bianca più limpida, a quelle rosse, blu e verdi. La combinazione RGB vede all’interno dello stesso modulo tre LED: la regolazione dei singoli colori e la loro fusione va a creare un ampio spetto di colori possibile da cui scegliere per illuminare il proprio ambiente.
Le lampadine LED che utilizzano i fosfori, il metodo al momento più diffuso, permettono di ottenere una luce bianca nitida e pulita, perché priva di componenti IR e UV.

A ciò si aggiunga che le lampade LED possono anche venir montate su apparecchi controllabili tramite dei variatori di luce, i cosiddetti dimmer, che consentono di scegliere di volta in volta la gradualità e potenza della luce: infatti, queste lampade possono diffondere una luce ampia e diffusa, se il loro fascio luminoso è ampio, oppure più netta e concentrata in un unico raggio, se il loro fascio luminoso è stretto.

Le lampadine LED possono quindi offrire una luce più calda o più fredda, e quindi più adatta ad alcuni ambienti o funzioni particolari, a seconda della presenza, maggiore o minore, della componente rossa nello spettro. Questa varietà ha rivoluzionato l’illuminazione dimestica, consentendo di venire incontro sia alle esigenze che alla fantasia dei consumatori.

La flessibilità delle lampade LED

In secondo luogo, la loro forma compatta e snella e la loro luce intensa le rende l’ideale per illuminare ambienti stretti e ad essere incastonate in apparecchi per l’illuminazione di formato ridotto. Per la flessibilità di installazione del punto luce e per il fatto che funzionino a bassissima tensione e non siano danneggiate dall’umidità, le luci LED vengono impiegate in tutti i campi di applicazione dell’illuminotecnica, risultando perfette sia per lampade tradizionali e lampadari, sia per faretti e fari per uso esterno.

L’impatto ambientale delle lampade LED

Le lampadine LED garantiscono, inoltre, di essere una scelta green a livello di sostenibilità e compatibilità ambientale: infatti, sono costruite con materiali riciclabili, e le loro parti possono essere facilmente smontate, smaltite e riciclate.

A questo si devono anche un altro grande vantaggio delle lampade LED: i ridotti costi di manutenzione e di sostituzione.

Queste lampade dunque garantiscono bassi consumi, e di conseguenza un basso impatto sulla bolletta dell’energia elettrica, e insieme, sull’ambiente.”

Poltrone MondoRelax: qualità e riposo con Andromeda

Andromeda è uno dei prodotti di punta del catalogo MondoRelax. E' la poltrona ideale per chi è alla ricerca della qualità del riposo e del benessere fisico. Ma è anche un valido aiuto per tutti coloro che hanno problemi di mobilità. Andromeda è una poltrona con piè e struttura in legno rivestito da uno strato di poliuretano. La meccanica in metallo è resistente e garantisce i movimenti della poltrona. Proprio la meccanica è senza dubbio un plus della poltrona: essa consente alla persona di alzarsi e risedersi senza alcuna difficoltà, senza sforzare le proprie ginocchia e caviglie. Il Sistema Lift Alza Persona funziona in modo semplice e pratico: premendo un solo pulsante la poltrona agevolerà i movimenti di alzata e seduta. 

Tra le altre caratteristiche si segnalano:

  • seduta con falda in Memory Foam;
  • imbottitura in poliuretano espanso ecologico a densità differenziata rivestito da una falda di dacron.
  • rivestimenti disponibili: pelle, ecopelle, tessuto

E' possibile scegliere Andromeda in diverse dimensioni: si va da 50/70/80 fino a 65/85/95 passando per una struttura di dimensioni intermedie. Le sue particolari caratteristiche e proprietà consentono a chi vi si siede di distendersi completamente sia con il busto che alzando le gambe.

La Poltrona Andromeda è un dispositivo medico di classe 1 in conformità agli standard richiesti dalle direttive europee che concernono i dispositivi medici e la sicurezza dei prodotti immessi sul mercato. Ciò presenta almeno due vantaggi per il cliente; il primo è relativo alla sicurezza della poltrona che vanno ad acquistare, mentre il secondo è di natura economica: acquistando la tipologia di prodotti di classe 1 si può beneficiare della detrazione di imposta per spese sanitarie pari al 19%. 

Optional

La Poltrona Andromeda è dotata di diversi optional: oltre alle fodere per braccioli, seduta e spalliera, è possibile acquistare la versione dotata di braccioli e del tavolino, entrambi estraibili. Inoltre Andromeda è dotata di un sistema per massaggio Shiatsu, del Vibro System e del Roller System. Il Sistema Vibro offre, mentre si è distesi, massaggi lombare, alla cervicale, ai glutei, alle cosce ed ai polpacci; il Sistema Roller consente di spostare agevolmente e senza alcuno sforzo la poltrona grazie ad apposite ruote di cui è dotata.

MondoRelax

MondoRelax è azienda leader nel proprio settore. Sinonimo di comfort, si occupa quotidianamente della cura, della salute e del relax dei propri clienti. Con la propria produzione completamente in Italia, l'azienda garantisce professionalità, competenza e qualità del servizio. 

Criteri di scelta di un box doccia: un sommario

Quando si acquista una casa nuova oppure deve ristrutturare una casa già esistente, al giorno d’oggi anche il bagno – che a lungo è stato considerato come un elemento di scarso interesse – sta iniziando ad avere sempre più risonanza, dal punto di vista dell’arredamento e del design. Avere un bagno esteticamente piacevole ma anche pratico e funzionale è un desiderio di moltissime persone, specialmente di coloro che vivono in grandi metropoli e devono trovare il giusto showroom di box doccia a Torino o Roma e non hanno, magari, l’opportunità di contare su un doppio bagno ma devono accontentarsi di un bagno unico.

In questo caso, ed anche in casi di appartamenti piccoli, accade che anche la scelta degli elementi più scontati e normali, come ad esempio un semplicissimo box doccia, sia influenzata anche dalle esigenze di rispetto degli spazi. Non solo del rispetto degli spazi normali, ma anche della necessità di creare delle illusioni ottiche che ci facciano vedere quello spazio più ampio di ciò che è realmente: è il caso, per esempio, dell’uso dei sanitari sospesi oppure dei classici box doccia che si vedono in molti appartamenti di Torino, prodotti in materiale trasparente e in vetro.

Soluzioni alternative per salvare spazio: box doccia angolare o colonne doccia

Nel caso in cui, come accade alla maggior parte delle persone, sia necessario risparmiare sugli spazi, si possono utilizzare vari metodi ‘furbi’, come ad esempio l’uso di sanitari sospesi, oppure l’impiego di box doccia tra i più utilizzati nelle metropoli come Torino. Uno di questi è la colonna doccia funzionale e pratica ma ugualmente in grado di fornire tutte le esigenze di relax, come ad esempio un box doccia angolare, che può essere inserito, appunto, in un angolo del bagno, ma mantiene inalterate le sue caratteristiche di funzionalità e di praticità.

Un box doccia può essere di dimensioni e forme diverse per adattarsi a tutte le esigenze: poche persone sanno, per esempio, che le misure della colonna doccia non sono solo standard, ma possono anche adattarsi ad esigenze più specifiche e quindi essere fatte su misura.

A questo si aggiunge la possibilità di giocare anche con i vari tipi di apertura, come quella angolare (che può essere sia di tipo scorrevole che con porta a battente), oppure quella frontale (anch’essa con apertura battente oppure scorrevole, oppure con porta a soffietto e ante pieghevoli). In generale, l’apertura a soffietto o scorrevole è più indicata quando gli spazi sono davvero limitati, mentre l’apertura con porta a battente è utilizzata quando vi sono più possibilità di ampliare gli spazi). Poiché è possibile in molti casi acquistare box doccia su misura, è del tutto normale effettuare una scelta con consapevolezza e valutando il tipo di ambiente e le misure che possiamo tenere in considerazione).

Cucine di lusso a Milano: tra design e innovazione

 

Bulthaup fa della cucina un luogo dove esprimere la propria creatività, mescolando elementi essenziali ed altamente funzionali. Gli ambienti domestici si liberano da schemi predefiniti e statici, per lasciare spazio a soluzioni personalizzabili e dinamiche che si adattano allo stile di vita degli inquilini della casa. Scegliere una cucina Bulthaup a Milano permette di trasformare la propria abitazione in un luogo pratico, dal design sofisticato ed individualizzato.

Libertà progettuale in cucina con Bulthaup

Le cucine firmate Bulthaup Milano sono pensate per un pubblico giovane, sempre alla ricerca di arredi funzionali, dalle geometrie semplici ma mai scontate. Questi prodotti consentono di svolgere in modo veloce ed efficiente i compiti quotidiani, grazie ad un uso intelligente e ponderato degli elementi architettonici che compongono la cucina, realizzati esclusivamente con materiali autentici e pregiati. La loro disposizione è interamente personalizzabile, in base alle necessità e ai gusti di chi dovrà utilizzarle. La presenza di strutture multifunzionali permette di racchiudere tutto ciò di cui si necessita anche in spazi ridotti, donando armonia e ordine all’ambiente. L’eliminazione del superfluo rende queste cucine estremamente agevoli da utilizzare mentre le finiture moderne e di alta qualità ne fanno luoghi dallo stile unico.

Cucine Bulthaup Milano: tutti i modelli per la tua casa

Il marchio Bulthaup mira a trasformare la cucina in un ambiente dal design ricercato ed essenziale, dal concept dinamico e personalizzabile che consente di esprimere la propria individualità, sfruttando disposizioni innovative di elementi basilari. Ecco i tre modelli principali di cucine Bulthaup a Milano:

– b1: si tratta di una linea giovane ed essenziale, caratterizzata da linee semplici ed ergonomiche dalla bellezza senza tempo, pensate per rendere più agevole l’uso della cucina; questo modello sfrutta superfici ed elementi basilari, unendo design minimalista e funzionalità, perfetta per chi desidera ricreare ambienti improntati sulla praticità, senza però rinunciare ad un’estetica moderna e sofisticata, basata su geometrie scultoree e pulite.

– b2: questo modello fa della cucina un vero e proprio laboratorio dove tutto è a portata di mano e il superfluo viene bandito; è caratterizzata dalla presenza di tre elementi fondamentali: stazione di lavoro dedicata alla preparazione dei cibi, zona dotata di punto acqua, punto fuoco ed elettrodomestici, infine c’è l’area progettata per la conservazione di stoviglie e provviste; questa cucina garantisce ordine e praticità, punta su superfici compatte e lineari per rendere più semplice la vita domestica.

– b3: trasforma la cucina in un ambiente dove dare spazio alla propria individualità e voglia di progettare, utilizzando superfici multifunzione, flessibili e versatili; l’elemento che contraddistingue questo modello è la parete multifunzionale che funge da mezzo di raccordo tra l’ambiente della cucina e la zona living, unendo design e praticità; la parete è caratterizzata da scomparti capienti per riporre stoviglie e cibi, nasconde tutti gli allacci alle utenze e può essere usata come alloggio per gli elettrodomestici ad incasso; inoltre prevede la presenza di un’isola centrale che comprende il punto fuoco e il punto acqua.

Perché scegliere una cucina Bulthaup

Scegliere una cucina Bulthaup a Milano offre molti vantaggi, ecco i principali:

– Arredi multifunzionali: si tratta di strutture a parete o ad isola pensate per racchiudere alloro interno funzionalità diverse, possono essere usate per nascondere gli elettrodomestici e per conservare provviste e accessori.

– Tutto a portata di mano: queste cucine permettono di tenere tutto sott’occhio e avere sempre a disposizione ciò di cui si ha bisogno mentre si cucina.

– Elementi personalizzabili: ogni elemento può essere personalizzato in base alle proprie necessità, scegliendone la disposizione e le peculiarità.

– Materiali di qualità: tutte le cucine Bulthaup sono realizzate con materie prime pregiate, pensate per durare nel tempo e mantenere inalterata la loro bellezza.

Ambienti originali e moderni: questi arredi altamente all’avanguardia rendono l’abitazione un luogo dallo stile raffinato ed innovativo che non passa inosservato.

 

Beauty case: un accessorio personalizzabile che diventa una vetrina per le aziende

 

É tempo di vacanze e le donne cominciano a prepararsi al viaggio. Il mare è sicuramente una delle mete più gettonate, ma per il gentil sesso ci sono due sfide: la prova costume ed il make-up. La divisa della bagnante è la priorità primaverile, ci si pesa, si indossa il costume per valutare l'aspetto e quindi si seguono diete ferree per mantenere la silhouette perfetta. Con l'avvicinarsi del periodo vacanziero, tuttavia, si deve pensare a cosa mettere in valigia ed anche nel beauty case. L'estetica ha la sua importanza, in ogni momento, anche in spiaggia. Ma non c'è solo il fisico. Sottolineare lo sguardo, il viso e le labbra è necessario per non sfigurare mai, neppure quando si nuota.

Non tutte le donne sono uguali ed il beauty case ne è un indicatore. Infatti le categorie femminili sono tre: chi ha sempre con se l'intera gamma di prodotti di bellezza di casa; chi non ha mai nulla in valigia e chi mette in borsa il necessario. L'ideale è selezionare ciò che realmente serve per evitare di aggiungere inutile peso al bagaglio. La trousse deve contenere alcuni elementi indispensabili, a cui aggiungere qualcosa per sfizio. Se la vacanza è breve, come per esempio un fine settimana, bisogna limitarsi, specialmente se si usa la valigia da cabina. A bordo si possono portare solo 10 bustine contenenti liquido.

Difficile dire quali siano i must, soprattutto perchè le preferenze sono soggettive, tuttavia i consigli degli esperti aiutano. Innanzitutto per qualsiasi meta, senza considerare la durata del viaggio, i prodotti per la pelle vanno sempre bene. Creme e struccanti sono perfetti anche per il mare. Il beauty case dovrebbe contenere il balsamo labbra, una crema viso, la crema solare e la crema per il contorno occhi. Il gel struccante con un prodotto bifasico ed i dischetti permettono di togliere ogni traccia del trucco molto velocemente. Per completare l'opera un olio da notte idrata la pelle.

Prima di pulire il viso, bisogna truccarlo, ecco che una parte del beauty case va riservata a fondotinta e rossetti. Piccoli vasetti di fondotinta rinvigorisgono il colore. Ridurre le dimensioni aiuta la praticità, ma se non si usano i campioncini, si può sempre ricorrere a contenitori riciclati, magari quelli di miele e marmellate, opportunamenti lavati. Meglio avere due tonalità da usare prima e durante l'abbronzatura, oppure per cambiare tra cena e dopo cena. Un correttore in abbinamento va benissimo per coprire lievi imprefezioni e può fare pendant con il grado dell'abbronzatura. Per concludere serve la terra, ricordandosi di prendere una sostanza che abbia un effetto naturale. Il resto del visto va curato, ma senze spendere ore da impiegare per scoprire posti nuovi. Un ombretto ed un mascara semplici garantiscono buoni risultati. Un eye-liner ed una matita colorata rendono un grande servizio agli occhi e fanno risaltare le ciglia. Lo stesso vale per le sopracciglia. Due o tre rossetti, per aggiustare il look rapidamente. Ma il beauty case non lo usano solo le donne: anche gli uomini ne hanno necessità in vacanza. Prodotti per la barba, pettine e qualche crema. La vanità maschile fa parte dell'uomo moderno.

E le aziende? Il beauty case è un oggetto utile per portare in viaggio i prodotti personali, ma è anche un veicolo pubblicitario ed una vetrina. Mettere il logo aziendale ed omaggiare i clienti con un nécessaire, consente di far girare il proprio marchio e di rendere felice e fedele l'acquirente. Può anche essere una vetrina con cui promuovere determinati prodotti. Ogni azienda ne può beneficiare, compresi alberghi e centri benessere. Una linea di articoli per la cura personale da vendere sarà perfetta se distribuita in una trousse da regalare ai consumatori.

Mobili bagno dalle linee minimal alle forme più disparate

Quando si tratta di arredare il bagno, la scelta non è poi così semplice, dato che oggi il classico bagno è diventato sempre più un luogo dedicato al benessere.
Sono tante le idee per la scelta dei mobili bagno, sia in termini di colori che di materiali, fino ad arrivare a soluzioni vicine a delle
piccole Spa in casa. Negli ultimi anni, le tendenze di interior design sono sempre più "eco-friendly", in termini di look naturale ma anche dal punto di vista del risparmio di acqua ed energia. Una scelta che rispetta l'ambiente che ci circonda ma anche le tasche dei consumatori. Chi ama un bagno minimal, potrà puntare sull'intramontabile total white o su colori più caldi come il crema e il beige. I mobili avranno linee pulite e forme geometriche, e i classici mobili da bagno saranno sostituiti da cassetti estraibili in cui riporre tutto l'occorrente.

Tra le tendenze degli ultimi anni, i mobili bagno ispirati all'art decò del 1930. Elemento centrale di questo stile è sicuramente la vasca da bagno, magari posta al centro della stanza come protagonista di questo arredo romantico e di grande fascino.
Da completare con tonalità delle pareti calde e forti, come blu scuro, arancione o viola.
La vasca da bagno è da sempre uno degli arredi più di effetto, dove rifugiarsi dopo una dura giornata di lavoro.
Oltre alle vasche da bagno in stile retrò, sono sempre gettonate anche le proposte moderne, dalle forme geometriche e squadrate

La doccia è sempre la scelta preferita per chi ama la praticità ma senza rinunciare ad effetti altrettanto scenografici come le ante in vetro e le finiture in metallo non visibile.
Docce con idromassaggio, con sgabelli pieghevoli, offrono momenti di intenso relax oltre a colpire per il design esclusivo.
Anche i bagni di dimensioni più ridotte oggi possono essere dotati da saune e hammam, per una o due persone.
Una soluzione che permette di posizionare in ogni angolo della casa un vero e proprio ambiente wellness per tutta la famiglia.
Tra gli accessori più utili e confortevoli, non possono mancare le soluzioni di termoarredo e i scalda salviette.
Dei veri e propri oggetti di design, che  si integrano alla perfezione nell'arredo bagno e assicurano il massimo confort ad ogni ora del giorno. Nella scelta dell'arredo bagno, la prima cosa da fare è rivolgersi ad aziende che da anni si dedicano a questo
settore con passione e professionalità.
Solo così si potranno trovare le soluzioni più adatte in termini di funzionalità, ottimizzazione degli spazi e resa ottimale nel tempo. Prima di dedicarsi al rinnovo del proprio bagno, è bene avere chiaro in mente quelli che sono gli spazi a disposizione e il
risultato finale che si desidera.

Partendo da un budget definito, sarà più facile capire quali sono le esigenze e i tipi di materiali che si andranno a scegliere. Mobili aggiuntivi, pensili, mensole e quant'altro, saranno collocate a regola d'arte per ottimizzare gli spazi e permettere di muoversi con facilità in un ambiente ristretto.
 

Arelle in Bamboo, come utilizzarle

Il Bamboo, già usato in Asia – e da un po’ di tempo anche in Europa – come materiale da costruzione ecosostenibile, è utilizzabile in diversi modi. Leggero, flessibile e al contempo solido e resistente, è una soluzione pratica in più contesti. Le arelle, nello specifico, sono ideali come coperture, per ombreggiare, proteggere la privacy di giardini, creare delle recinzioni e molto altro.

Di cosa si tratta? Le arelle sono stuoie composte da canne di bambù, quotatissime fra gli amanti del fai-da-te e del giardinaggio. Possono essere sfruttate in diversi modi.
Tipologie di arelle
Le arelle, come apprendiamo da banbamboo.com, sono disponibili in più diametri, colori e varianti. Le più classiche sono quelle cinesi, composte da un canniccio tipo paglia, dal diametro variabile fra i 4 e gli 8 millimetri. Le dimensioni delle arelle sono variabili, vi converrà sceglierle in base all’uso che ne dovrete fare. In commercio ne esistono realizzate con canne di bamboo molto grandi, con diametri fino a 32 mm. Queste, ad esempio, sono robuste e coprenti, ideali per riparare da sole, vento pioggia. Ci sono, poi, le arelle in nero naturale, che oltre ad essere funzionali sono gradevoli nell’estetica, perfette come complemento di arredo e ornamento.
Ecosostenibili e funzionali
Come anticipato, il bambù è un materiale naturale, atossico, resistente e funzionale. Potrete utilizzare le arelle in diversi modi, sfruttandole come:
✓ recinzioni;
✓ coperture protettive dalle intemperie;
✓ divisori;
✓ ombreggianti.
In commercio, in base alle vostre esigenze, ne esistono di diverso diametro, colore e altezza delle canne.

arelle bamboo
Bambù, anche detto “acciaio vegetale”
Sapevate che il bambù viene chiamato “acciaio vegetale”? Un tale appellativo da l’idea della resistenza di questo materiale, donatoci dalla natura. Possiede alte proprietà meccaniche e al contempo è molto elastico, per questo viene utilizzato anche per strutture più complesse. In edilizia è sfruttato come elemento colonna/trave, ma il suo uso è veramente vario: pareti divisorie; pannelli laminati e prefabbricati; porte e persino cemento per pavimentazioni. Molti sostenitori della bioedilizia – progettisti, interior designer ed eco designer, ne promuovono il pieno utilizzo, in alternativa ai classici materiali da costruzione. Tra i vantaggi anche il prezzo: è molto più economico rispetto agli elaborati chimici prodotti per l’edilizia. Inoltre, l’uso massiccio del bambù al posto del legno, farebbe riprendere fiato alle foreste tropicali, sempre più sfruttate.
Fra le piante più diffuse al mondo
Il bambù appartiene alla famiglia delle Poaceae (ex Graminaceae), ha origini tropicali e sub tropicali. Viene coltivato soprattutto in Cina e Giappone, ma fra i maggiori produttori ci sono anche Africa, Oceania e America. Questa pianta è presente in natura in un centinaio di generi e con oltre mille specie. Il colore varia fra il giallo, il nero e le strisce, e ciascuna canna, in base alla specie, differisce nei millimetri di diametro. In Italia si coltiva maggiormente il genere Phyllostachys.
Avete mai acquistato delle arelle? Se sì, hanno risposto con efficacia alle vostre esigenze?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi